Tag-Archivo para » ristrutturare una casa «

lunedì, gennaio 24th, 2011 | Author:

Un sapiente gioco di quinte.
Abbiamo un grande terrazzo su cui si affacciano quasi tutti i locali dell’abitazione, divisa in due parti: l’ingresso, il soggiorno, la cucina e la zona notte con affaccio a sud-est da un lato, un ampio studio con affaccio a nord dall’altro. Le due parti sono collegate da un corridoio vetrato che costeggia per un tratto il terrazzo sud-est. Come arredare il terrazzo? Vorremmo un orto, una serra per piante e attrezzi, un’area giochi, una zona pranzo all’aperto protetta e la presenza dell’acqua. Precisiamo che al centro del terrazzo nord-est c’è una cappa di esalazione piuttosto alta e brutta e che il panorama non è molto attraente.

L’ampia superficie a disposizione va divisa a seconda delle funzioni pranzo, orto, gioco ecc.). Un terrazzo che non si può aprire verso il paesaggio è opportuno che venga suddiviso in «stanze» diverse tra loro, ma collegate in un interessante gioco di quinte
vegetali usate come divisori. Si devono privilegiare, oltre alle visuali inteme al terrazzo, quelle che si hanno dall’appartamento (principalmente dallo studio e dal soggiorno, che coincide proprio con l’ingresso). La pavimentazione sottolinea le diverse zone (come si può vedere nel disegno in pianta qui sopra) con cornici formate da elementi dello stesso formato del fondo, ma di colore differente. Quattro le situazioni «verdi»: la zona pranzo, posta per ovvi motivi di comodità di fronte alla cucina, la zona soggiorno all’aperto, in corrispondenza dell’affaccio del soggiorno, la zona orto in una metà del terrazzo nord, più defilato ma ugualmente soleggiato perché all’ultimo piano del palazzo, e l’area giochi nell’altra metà.
La zona pranzo è delimitata e riparata da un ampio pergolato in ferro necessario per guidare la crescita di una tettoia di verde (vite) che meglio di ogni altro elemento procura la sensazione di frescura (obbligatoria considerando l’esposizione continua al sole di quest’area).