Archivo para la Categoría » Senza categoria «

sabato, agosto 03rd, 2013 | Author:

Una grande casa in Toscana

Io amo la mia casa forse più ancora di quanto ami mio marito od ogni altra persona a questo mondo. Certo mi dà un gran daffare, e capita anche che la trovi uggiosa, innanzitutto nelle serate d’autunno, quando imbrunisce presto. Poscia però l’abbraccerei tutta, quasi a chiederle scusa del pensiero cattivo.
Quando, dopo averla ripulita da cima a fondo, con Bettina che non riesce a starmi dietro nel mio sfaccendare ansioso, mi fermo sulla soglia delle stanze e vago collo sguardo su ogni angolo, su ogni ninnolo, mi sento ripagata d’ogni fatica.
La mia è una casa solida, piantata come una quercia in mezzo alla campagna, e non c’è vento o tempesta che la scuota. Quando chiudo gli scuri, a sera, mi sento al sicuro come in una fortezza. Quel che più mi piace della mia casa son gli odori. Quelli di primavera, che arrivano dall’esterno colla brezza ed il primo tepore, e si confondono col profumo del mangiare, del sapone e della liscivia che adopero per le grandi pulizie d’una volta l’anno.

Giochi di bimbi.
La giornata con gli amici è un’occasione di festa per tutti. Ma soprattutto per i più piccoli, che possono approfittarne per giocare in libertà in ogni angolo.

Decori floreali.
Nei vasi o in piccole tazze, su ogni tavolo non può mancare un mazzo di fiori: composizioni semplici, naturali che danno un tocco di grazia spontanea.

Amici animali.
Cani, uccellini e pesci rossi; convivono in armonia e rendono più calda e ospitale l’atmosfera. Gli animali domestici trasmettono sensazioni positive. E in cambio di un tale dono chiedono solo poche cure.

Di questa stagione voglio una casa tersa come l’aria, con vetri spalancati e porte aperte, perché possan entrarvi sole, luce e Io stridio delle rondini.

martedì, novembre 13th, 2012 | Author:

Le Api napoleoniche che danno il nome alla collezione di biancheria di Mastro Raphael sono ricamate. Le ritroviamo su lenzuola (il set matrimoniale), coprifedere (cm 50×80), cuscini e anche copripiumini.

sabato, settembre 15th, 2012 | Author:

Ho ereditato una sala da pranzo composta da tre credenze, un tavolo con sei sedie, due poltrone e un lampadario. Può indicarmene stile e valore?

La sala risale ai primi decenni del ‘900 e rientra nella vasta produzione in stile neorinascimentale che tanta fortuna riscosse all’epoca. La credenza con alzata si differenzia per la fusione dell’impianto cinquecentesco con elementi decorativi tardo-floreali. L’ampia disponibilità sul mercato di arredi simili e la loro pedanteria ornamentale ne limitano il valore: per l’intero blocco, direi fra i 5 e i 7 milioni.

mercoledì, luglio 25th, 2012 | Author:

IL PILASTRO AL CENTRO di un ampio ingresso (cm 340×400) può essere semplicemente mimetizzato, oppure diventare il fulcro di un mobile multifunzione adibito a guardaroba e, verso la zona notte, a ripostiglio e scarpiera.

NO:
1 I vari elementi d’arredo (divanetto, armadio guardaroba ecc.) sono collocati in maniera piuttosto casuale lungo le pareti dell’ampio ingresso. Questa disposizione lascia molto spazio inutilizzato attorno al pilastro.
2 L’idea di mimetizzare il pilastro con le piante è buona ma improponibile in questo caso per la mancanza di luce naturale.
3 E decisamente inappropriato lasciare che la porta del bagno si apra direttamente sull’ingresso.
4 La cassapanca di pregio non è ben visibile e, in più, intralcia il passaggio.

SI:
1 Il pilastro è l’elemento portante al quale agganciare una console utile per il telefono e per poter avere sempre a portata di mano la matita, il blocco per gli appunti, le chiavi di casa.
2 Un pannello scorrevole in legno chiude la visuale verso la porta del bagno.
3 Attorno al pilastro viene costruito un mobile guardaroba con scarpiera e ripostiglio. Questo elemento crea un disimpegno alla zona notte.
4 La porta a doppio battente, che separava l’ingresso dal soggiorno, viene eliminata perché inutile. L’anticamera acquista così maggior fluidità e la cassapanca il giusto rilievo.

sabato, luglio 21st, 2012 | Author:

DIVISIONI MOBILI.
I pannelli decorativi in vetro, in parte fissi e in parte con ante scorrevoli, si rivelano utili sia quando l’ingresso si apre direttamente sul soggiorno, ed è necessario creare zone di privacy, sia quando lo spazio è contenuto (vedi foto sotto) e può essere conveniente inglobare il corridoio nella zona pranzo. In questo caso la parete è realizzata dalla Foa.

lunedì, giugno 11th, 2012 | Author:

Uno scenografico arco in pietra è mattoni a vista mette in comunicazione le due aree in cui è diviso l’ampio soggiorno. ! Allo stile rustico della struttura e dei materiali si confrappone la ricercatezza dell’arredo, che punta su pezzi di grande impatto decorativo. Attorno all’originale tavolo in marmo, poltrone e divani in vimine realizzati su disegno dell’architetto Marzio Cecchi, così come il paravento in legno intagliato e dipinto, nell’angolo a destra.

Categoría: Senza categoria  | Tags:  | Lascia un commento
lunedì, giugno 04th, 2012 | Author:

Un divisorio in muratura tinteggiato di azzurro scherma il piccolo disimpegno che collega il bagno e l’area notte all’ingresso di casa e crea un breve corridoio lungo il vasto armadio guardaroba, spezzando l’uniformità e l’altezza delle ante. Il letto in multistrato naturale è Tadao, design Vico Magistretti (cm 190×215) con coordinato copripiumino Garden e materasso Special losangato (cm 170×200), tutto di Flou. Tavolinetti Max di Crassevig, con piano laccato nero e struttura in legno chiaro, orologio Rorlig di Ikea e lampada a stelo flessibile di WP/Lavori in corso. Al centro, tavolino Cumano di Achille Castiglioni per Zanotta, con ceramiche di Habitat e teiera di Sambonet. Tappeto Akkerup in lana taftata a mano (cm 240×170) di Ikea.

domenica, maggio 13th, 2012 | Author:

Qui in alto, dedicato ai bambini, l’armadio della linea Mammut (Ikea); sono ispirati all’orso il calorifero Balù disponibile anche in vari colori (Runtal) e la lampada Lumibar di Sinergie.

mercoledì, aprile 25th, 2012 | Author:

Sopra, un candeliere modello Cagliostro. Ha supporti per le candele in ferro forgiato a foglia e cristalli trasparenti.

Categoría: Senza categoria  | Tags:  | Lascia un commento
giovedì, aprile 19th, 2012 | Author:

Qui sopra, lampada Merletti, di La Murrina con paralume semisferico in vetro soffiato color ambra.