venerdì, gennaio 28th, 2011 | Author:

Un giardino così piccolo dovrebbe essere pensato come una scenografia verde e non come spazio calpestabile. D’altra parte, il prato non crescerebbe mai per la scarsa luminosità. Non mi sembra abbiate bambini che vogliano sfruttarlo per giocare. In più, l’area pavimentata della pedana è ampiamente proporzionata allo spazio disponibile. Vi suggerisco quindi un motivo decorativo realizzato con le piante, un modo di sostituire l’impossibile fondo iner-bito con un altro tipo di verde. Avrete così l’occasione di creare un giardino piacevole anche visto dall’alto, cioè dal primo piano dell’abitazione, sempre di vostra proprietà. Una sorta di piccolo parterre verde in cui il disegno è rappresentato da linee sagomate, realizzate con una serie di piccoli bossi globosi disposti in successione. Lo spazio libero tra i motivi sinuosi di bosso viene occupato da una distesa di piantine fiorite stagionali (da maggio a ottobre gli Impatìens o fiori di vetro fioriscono benissimo in una situazione di mezza ombra). Questo motivo si adatta I facilmente alla forma triango- i lare dello spazio a disposizio- j ne e se ne può apprezzare la ; vista dal soggiorno soprattut- ! to se si inclina impercettibilmente il terreno, mante- i nendo la parte più alta verso ! il fondo del giardino. Non inserirei molte altre I piante, a parte quelle per | guarnire i muri di sfondo e completare la scenografia: una Camellia sasanqua (fiori- | tura autunno/invernale) sul- ; l’angolo della vetrata più a ri- i dosso del muro di confine, i del|e azalee, un Acer palma- i tum «dissectum» e, per na- ! scondere il muro, dei bambù ; opportunamente circoscritti I nell’apparato radicale (altri- I menti sarebbero invadenti), j Queste piante daranno un ; bellisssimo risultato se illumi- i nate dal basso con faretti j incassati nel terreno. Per completare l’effetto rive- i stirei il muro laterale più bas- j so con dei pannelli di grosse ; canne di bambù e inserirei ! lungo il muro anche degli eie- j menti di decoro e ornamen- i to. Per esempio, la fontana a ; muro che già avevate (e che j sposterete) e una serie di vasi i tipo «orci provenzali» in cotto, anche smaltati di verde I o azzurro, e posti a intervalli : regolari lungo la parete, a I concludere i motivi realizzati j con le sinuose linee di bosso i globoso. Nei vasi, infine, po- ; trebberò trovar posto delle j fucsie, adatte anch’esse alla j mezza ombra.
Grandi lastre di pietra, sa- i
gomate e inserite tra una sie- I pe di bosso e l’altra, avranno l’effetto di sottolineare il disegno complessivo del piccolo giardino, collegando la pedana alla nuova portafinestra.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
Lascia un commento » Log in