martedì, settembre 03rd, 2013 | Author:

Centrotavola rustico

Motivi country.
Perfetti per il pranzo rustico il decoro del servizio Badia e il verde di vaso (tutto di Keramour) e posate (Le Perle di C&F).

domenica, settembre 01st, 2013 | Author:

Centrotavola primaverile

In armonia con la bella stagione.

Un centrotavola in tema primaverile, e facile da realizzare: una ghirlanda di giunco intrecciato, con una base di foglie, riempita con frutta di stagione. Per decorare, dei fiori e un nastro di tessuto. Intonate i colori del centrotavola a quelli dell’apparecchiatura.

venerdì, agosto 30th, 2013 | Author:

Cucina accogliente

Il pranzo è servito in curcina.

Una spaziosa, accogliente cucina che si apre sul giardino diventa il centro della casa, soprattutto nel fine settimana: dopo la pigra prima colazione e un’occhiata al giardino, ci si ritrova tutti lì, irresistibilmente attratti dall’atmosfera calda, luminosa e rilassata della grande stanza. Punto d’incontro per un pranzo informale: «Mangiare in cucina, invece che in sala da pranzo, è più allegro, intimo e conviviale», sottolinea Laura Grimaldi. Ma anche per chiacchierare e cucinare insieme. Senza fretta, magari gustando come aperitivo un bicchiere di vino bianco fresco. Gli ospiti aiutano anche a preparare la tavola. «Che deve essere apparecchiata in stile rustico, con piatti di ceramica colorata», dice ancora Laura Grimaldi. Qui la tavola è vestita nei toni vivaci del giallo e verde. I piatti, 1 calici in vetro colorato, le posate e la tovaglia sono di MammaRò.

Alle pareti, tavole botaniche e cesti in vimine, decorati con ciuffi di erbe spontanee raccolte in campagna Anche per 1 fiori, contenuti in vasi, brocche o semplici bottiglie, il colore dominante è il giallo sole. Per i tendaggi e i cuscini delle sedie sono stati usati tessuti a motivi campestri di Jane Churchill, distribuiti da Remo Donati. Alla cucina, come a ogni altro ambiente della casa, aggiungono un tocco di fascino i vecchi pavimenti in graniglia e cemento colorato. Che vengono riprodotti ancora oggi, con gli stessi stampi originali dell’epoca, dal laboratorio artigiano Tessien, a Lucca.

Rossi e stuzzicanti.
Frutta a colazione, come sempre. Ma oggi davvero insolita e decorativa: rametti di ribes presentati come un mazzolino di fiori in una coppetta di vetro.

Marmellata di fragole.
La marmellata di fragole convien farla a freddo, se si vuol preservare la fragranza del frutto; tanto più che dovendosene servire per crostate e pasticcini, la marmellata risulterà egualmente cotta. Dandole doppia cottura, invece, la marmellata riuscirebbe meno saporita.
Schiaccerò quante fragole mi abbisognano, pigiandole in una zuppiera, indi le passerò per lo staccio; al sugo che ne escirà unirò quanto zucchero basta, calcolandolo ad occhio, e passerò il tutto di nuovo allo staccio.
In men che non si dica avrò pronta la marmellata da usar pei miei dolci.

mercoledì, agosto 28th, 2013 | Author:

Mobili per riporre la biancheria

Il posto dei cuscini.
Per riporre la biancheria, la cassapanca Spigo in massello di ciliegio. Prodotta da Flou, come le federe.

lunedì, agosto 26th, 2013 | Author:

Colazione ideale

Tenere coccole.
Oggi non c’è fretta: appena svegli, 1 bambini hanno il tempo di giocare a letto. Mentre preparano la colazione, i grandi li osservano scambiarsi coccole e tenerezze: una gioia per gli occhi.

Sveglia golosa.
Un assortimento di brioche e caffè caldo a volontà. Per una volta, non è il caso di pensare alla linea. E finalmente si può fare colazione con calma, concedendosi il piacere di sfogliare un buon libro.

sabato, agosto 24th, 2013 | Author:

la caffettiera

Sul vassoio.

Per il caffè all’americana, caffettiera «multishaker» di Guzzini. Portatoast, ciotola, tazza e portauovo di Sic Ceramiche. Il cucchiaino è di Habitat, il vassoio tavolino di ICM Cose Casa.

Categoría: Accessori cucina  | Tags:  | Lascia un commento
giovedì, agosto 22nd, 2013 | Author:

IL caffe in italia

Il caffè.

Perché conservi l’aroma ed il colore, e perché mantenga le sue qualità rinvigorenti, il caffè dev’essere infuso o bollito.
Il peggior modo di preparare il caffè è il farlo colle macchinette che si trovano a dovizia in commercio. Esse non seguono il sistema né dell’infusione né dell’ebullizione. La macchinetta cha sappia ottenere vantaggi d’ambo i sistemi aspetta ancora il suo inventore, e fra i tanti sistemi adottati, a parer mio, il migliore è ancora quello casalingo comune, cioè della cuccuma.

È molto importante, per un buon ottenimento di qualità, che il caffè sia tostato di fresco, polverizzato e subito bollito, ovvero, dopo averlo polverizzato, tenerlo ben chiuso e compresso in qualche vaso ben levigato ed ancor meglio chiuso, ma mai per più d’un paio di giornate.
Bisogna che il caffè sia ben inzuccherato. L’azione dello zucchero sullo stomaco, in fin dei pasti, è assai buona. S’intende ch’è necessario far uso temperato di questa buona bevanda, che altrimenti produce insonnia.

Se s’ha furia, per far calare più presto i fondi ed illimpidire il caffè in meri che non si dica, è conveniente versare nella cuccuma fumante, appena tolta dal fuoco, una cucchiaiata d’acqua fredda.

martedì, agosto 20th, 2013 | Author:

Idee per decorare la tavola

Allegria a tavola.
Il vecchio tavolino diventa un elegante habillé con l’aiuto dei tessuti in cotone Textural Brik, in tinta unita, e Botanical, con 1 motivi floreali. Di Biggie Best, costano entrambi il metro (altezza 150 cm). Per il succo d’arancia, caraffa e bicchieri  Laurus in cristallo lavorato di RCR di Calp. La ciotolina in vetro con i biscotti è di IW.

lunedì, agosto 05th, 2013 | Author:

Camera da letto romantica

Prima colazione in camera.

Per iniziare al meglio la giornata, una ricca prisma colazione preparata con cura. Nella romantica camera da letto affacciata sul giardino, un tavolo habillé fa da piano d’appoggio. Fiori raccolti in caraffe e un piatto con frutta di stagione accompagnano un vassoio invitante. «Per la prima colazione in campagna consiglio di seguire la tradizione: pane casereccio, burro, miele, marmellate fatte in casa, tè e caffè», dice Laura Grimaldi. Le tazze e il piatto con decori floreali nella foto fanno parte di un servizio in porcellana inglese d’epoca, in vendita da Livia Baschien. Il vassoio è di MammaRò. Le pareti color avorio sono incorniciate in alto da un bordo decorativo a stencil realizzato agli inizi del secolo, perfettamente conservato. Il copriletto e la testata imbottita sono stati confezionati con tessuti di Mastro Raphael. Un intenso rosa salmone caratterizza i tessuti in raso pesante del tavolino e del puf capitonné ai piedi del letto, mentre una tonalità più fredda è stata scelta per verniciare un vecchio cassettone. Infine, la toilette con struttura in ferro dipinta in oro e avorio spugnato a smalto fa da comodino.

sabato, agosto 03rd, 2013 | Author:

Una grande casa in Toscana

Io amo la mia casa forse più ancora di quanto ami mio marito od ogni altra persona a questo mondo. Certo mi dà un gran daffare, e capita anche che la trovi uggiosa, innanzitutto nelle serate d’autunno, quando imbrunisce presto. Poscia però l’abbraccerei tutta, quasi a chiederle scusa del pensiero cattivo.
Quando, dopo averla ripulita da cima a fondo, con Bettina che non riesce a starmi dietro nel mio sfaccendare ansioso, mi fermo sulla soglia delle stanze e vago collo sguardo su ogni angolo, su ogni ninnolo, mi sento ripagata d’ogni fatica.
La mia è una casa solida, piantata come una quercia in mezzo alla campagna, e non c’è vento o tempesta che la scuota. Quando chiudo gli scuri, a sera, mi sento al sicuro come in una fortezza. Quel che più mi piace della mia casa son gli odori. Quelli di primavera, che arrivano dall’esterno colla brezza ed il primo tepore, e si confondono col profumo del mangiare, del sapone e della liscivia che adopero per le grandi pulizie d’una volta l’anno.

Giochi di bimbi.
La giornata con gli amici è un’occasione di festa per tutti. Ma soprattutto per i più piccoli, che possono approfittarne per giocare in libertà in ogni angolo.

Decori floreali.
Nei vasi o in piccole tazze, su ogni tavolo non può mancare un mazzo di fiori: composizioni semplici, naturali che danno un tocco di grazia spontanea.

Amici animali.
Cani, uccellini e pesci rossi; convivono in armonia e rendono più calda e ospitale l’atmosfera. Gli animali domestici trasmettono sensazioni positive. E in cambio di un tale dono chiedono solo poche cure.

Di questa stagione voglio una casa tersa come l’aria, con vetri spalancati e porte aperte, perché possan entrarvi sole, luce e Io stridio delle rondini.